La Vanoli Cremona vince 93-83 al PalaRadi contro la capolista Virtus Segafredo Bologna

La Vanoli Cremona ferma la corsa dell’imbattuta Virtus Segafredo Bologna imponendosi 93-83 al PalaRadi. Quella dei biancoblù è stata una gara di grande intensità ed energia, una gara nella quale l’efficacia della difesa è andata di pari passo con la precisione e la bontà delle scelte in attacco, una gara che ha portato Cremona anche ad avere ventun punti di vantaggio all’inizio dell’ultimo quarto di gioco. La grande qualità della Virtus ha permesso a Belinelli e compagni di provare un prepotente rientro ma la Vanoli, anche in questa occasione, è stata lucida e attenta, riprendendo prontamente le redini dell’incontro sino alla vittoria finale.

LA CRONACA – Già nel primo quarto i biancoblù dimostrano di essere sul pezzo controbattendo con ottime scelte offensive i primi canestri ospiti. Il 2+1 di Golden e la tripla di Zegarowski portano poi Cremona sul 15-11 che diventa 17-12 con il nuovo canestro di Golden. La Virtus, negli ultimi due minuti del quarto, ribalta però tutto con Shengelia e Mickey per il 21-23 della prima sirena. Nel secondo quarto è ancora equilibrio per i primi tre minuti, poi la Vanoli trova, con Piccoli e Golden, un nuovo vantaggio (35-30) che costringe coach Banchi al time out. I liberi di Mickey mantengono a contatto la Virtus ma otto punti di Zegarowski permettono a Cremona di mettere a referto il primo significativo allungo (45-35). Le due squadre vanno poi negli spogliatoi sul 46-37. Alla ripresa del gioco è ancora la Vanoli che con grande energia e con un’ottima difesa, dopo il primo canestro di Shengelia, mette insieme, con otto punti di Adrian, un nuovo parziale di 14-5 chiuso dal canestro di Denegri per il 61-44. È sempre Shengelia a provare a scuotere i suoi ma ancora una tripla di Adrian regala il 64-47 alla Vanoli a tre giri di lancette dalla penultima sirena. Sono poi Lacey e la tripla finale di McCullough a ritoccare il punteggio sul nuovo vantaggio al 30’ (71-52). Gli ultimi dieci minuti vedono gli ospiti provare l’ultimo tentativo di rientro. Dopo infatti il massimo vantaggio interno con Golden (73-52) esce tutta la qualità di Bologna che, in pochi minuti, permette alle V nere di capitalizzare un 13-2 di parziale per il 75-65 del 34’. La tripla di Abass porta poi gli ospiti sotto la doppia cifra di svantaggio (78-71). L’appoggio sbagliato di Cacok e il 2+1 di Golden riportano però la Vanoli in linea di galleggiamento. I biancoblù rimettono in piedi una grande difesa sugli ultimi possessi della Virtus e con cinque punti di Lacey si riallontanano (86-71). Smith e Cordinier ci provano nuovamente (86-77) ma sul cronometro mancano solo 90 secondi. La tripla di Lacey e i liberi di Denegri e Zegarowski permettono a Cremona di condurre in porto la vittoria con il punteggio di 93-83.

I PROTAGONISTI – Per la Vanoli il miglior marcatore è Golden con 22 punti in 22 minuti con  8/9 dal campo e 6/6 ai liberi. Il migliore per valutazione, con 21, è Adrian grazie a 18 punti (3/4 da tre), 5 rimbalzi e 1 assist, seguito da Lacey che scrive 20 di valutazione per i 14 punti segnati e i 9 assist distribuiti. In doppia cifra ci va anche Zegarowski con 15. I migliori rimbalzisti biancoblù sono Adrian e Denegri con 5. Per la Virtus il più produttivo è Shengelia con 14, seguito da Cordinier con 13 e da Mickey con 12. Vanno in doppia cifra anche Dobric con 11 punti e Smith con 10. Il migliore a rimbalzo è Mickey con 6 mentre per Pajola ci sono 4 assist per i compagni.

IL DATO – Cremona tira con il 70.4% (19/27) da due e il 48.1% (13/27) da tre. Bologna tira con il 61.8% (21/34) da due e il 28.6% (8/28) da tre. Ai liberi Cremona tira con l’80% (16/20), la Virtus con il 68% (17/25). A rimbalzo finisce 29 a 28 per la Vanoli. Gli assist sono 21 per Cremona e 18 per le V nere, il saldo palle perse/palle recuperate è 16/4 per i biancoblù e 10/7 per gli ospiti.

Foto: Ufficio Stampa Vanoli Basket Cremona

Vanoli Basket Cremona

La Vanoli Basket Cremona è da più di vent’anni il principale punto di riferimento per la pallacanestro in città e provincia.

Una scalata ai vertici del movimento cestistico nazionale iniziata da Soresina nel 1996 e consolidatasi nel corso del tempo a Cremona con la promozione il 7 giugno 2009 in serie A, categoria disputata per tredici stagioni consecutive e culminata con la conquista della Coppa Italia 2019.

News Recenti

SEASON 24/25: TAJION JONES
SEASON 24/25: FEDERICO ZAMPINI
Comunicato della società | Simone Zanotti
SEASON 24/25: LUCA CONTI
SEASON 24/25: FEDERICO POSER