La Vanoli Cremona sfata il tabù Masnago e torna da Varese vincendo 68-75 con l’Openjobmetis

La Vanoli Cremona, al quattordicesimo tentativo, sfata finalmente il tabù Masnago e torna per la prima volta vittoriosa dalla trasferta di Varese. I biancoblù si impongono 68-75 sull’Openjobmetis riuscendo a giocare per quaranta minuti la partita preparata in settimana, fatta di controllo del ritmo e di grande applicazione difensiva. Dopo trentacinque minuti equilibrati, Cremona trova infatti il vantaggio decisivo nel finale con i canestri di Eboua, Denegri e Lacey.

LA CRONACA – il primo quarto fila via nel segno dell’equilibrio con Cremona che, dopo il vantaggio iniziale di Varese, prova a trovare il proprio ritmo non concedendo transizioni ai padroni di casa. McCullough (8 punti nel quarto) porta avanti i suoi 5-9. Per Varese risponde Hanlan e, subito dopo, il nuovo arrivato Young per il 13-14. Gli errori in attacco sono tanti da entrambe le parti e al 10’ è 16-18. Nel secondo periodo parte meglio l’Openjobmetis con Shahid e Ulaneo per il sorpasso (20-18) ma Cremona replica prontamente con sette punti filati di Eboua (22-25). Moretti e Adrian si rispondono ma è ancora l’ex Pesaro che con tre punti porta avanti Varese, con Brown che regala poi ai suoi il vantaggio di tre punti (32-29). Si va negli spogliatoi sul 32-30. Alla ripresa del gioco è ancora l’equilibrio che si protrae per i primi tre minuti poi i padroni di casa provano la spallata con Moretti e il contropiede di Cauley-Stein (44-38). Coach Cavina ferma prontamente il gioco e la Vanoli esce bene dal time out con un 4-0 firmato da Adrian e Mccullough che la rimette immediatamente in linea di galleggiamento. Cinque punti di un ispirato Denegri riportano avanti i biancoblù (46-49) ma Shahid va subito dopo per il contro sorpasso (51-49). Zanotti con la tripla e altri due punti di Denegri mantengono avanti la Vanoli al 30’ con il punteggio di 54-56. L’ultimo quarto vede le due squadre non segnare per il primo minuto e mezzo. Il primo a segnare è Eboua poi Varese ci mette un altro minuto per smuovere il suo punteggio con un libero di Ulaneo (55-59). Brown e Moretti riavvicinano i padroni di casa ma Adrian risponde per il 60-63. Tre punti di Hanlan riportano l’incontro in parità. Due di Pecchia e i liberi di Eboua danno però il doppio vantaggio alla Vanoli (63-67) a tre dal termine. Varese trova due punti in penetrazione con Young ma Cremona con il canestro di Denegri e la stoppata, seguita da due punti in attacco, di Lacey, mette definitivamente in ghiaccio il risultato (67-72). Finisce 68-75.

I PROTAGONISTI – La Vanoli porta cinque uomini in doppia cifra. Il più produttivo è McCullough con 15. A quota 13 ci sono Denegri ed Eboua, quest’ultimo con anche 8 rimbalzi. A 10 punti arrivano anche Golden e Adrian. Ma il migliore è capitan Pecchia che ai 4 punti unisce 8 rimbalzi, 8 assist e 1 recupero per 21 di valutazione finale e un plus/minus di +16. Varese ha 22 punti e 4 assist da Hanlan e 18 punti con 5 rimbalzi da Moretti. Il migliore a rimbalzo è Brown con 7.

IL DATO – Cremona tira con il 54.8% (23/42) da due e il 22.7% (5/22) da tre. Varese tira con il 50% (10/20) da due e il 29.4% (10/34) da tre. Ai liberi Cremona tira con il 77.8% (14/18), la Openjobmetis con il 72% (18/25). A rimbalzo finisce 39 a 33 per la Vanoli. Gli assist sono 19 per Cremona e 12 per Varese, il saldo palle perse/palle recuperate è 8/4 per i biancoblù e 11/4 per i padroni di casa.

Foto: Ufficio Stampa Vanoli Basket Cremona

Vanoli Basket Cremona

La Vanoli Basket Cremona è da più di vent’anni il principale punto di riferimento per la pallacanestro in città e provincia.

Una scalata ai vertici del movimento cestistico nazionale iniziata da Soresina nel 1996 e consolidatasi nel corso del tempo a Cremona con la promozione il 7 giugno 2009 in serie A, categoria disputata per tredici stagioni consecutive e culminata con la conquista della Coppa Italia 2019.

News Recenti

SEASON 24/25: TAJION JONES
SEASON 24/25: FEDERICO ZAMPINI
Comunicato della società | Simone Zanotti
SEASON 24/25: LUCA CONTI
SEASON 24/25: FEDERICO POSER