La Vanoli Cremona si porta sul 2-0 con Agrigento nei quarti di finale playoff vincendo 79-63 al PalaRadi

Anche la seconda sfida di questa serie dei quarti di finale playoff di serie A2 Old Wild West va in archivio con la vittoria della Vanoli Cremona sulla Moncada Energy Agrigento al PalaRadi con il punteggio di 79-63. Quarantotto ore dopo gara 1, si riparte con i biancoblù che subiscono l’avvio degli ospiti nel primo quarto perdendo qualche pallone di troppo e concedendo troppo facilmente il ferro a Grande e compagni. Al 10’ è 21-25. Già nel secondo quarto la difesa della Vanoli sale però di giri e contiene l’attacco ospite con più efficacia, anche se gli uomini di coach Cavina non riescono a capitalizzare pienamente in attacco il grande lavoro difensivo. Si va così all’intervallo lungo sul 37-38. I primi minuti della ripresa sono la fotocopia di quanto già avvenuto in gara 1. La difesa Vanoli continua a mantenere alti i giri in difesa (dopo i 25 punti del primo quarto concede infatti soli 38 punti nei successivi trenta minuti) e in attacco si accendono Lacey, Pacher e Denegri. Gli 11 punti del primo, le tre schiacciate di A.J. e i 5 punti di Deg scavano un mini-parziale di 22-8 che, unito alla schiacciata di Mobio, regala a Cremona il 61-46 al 25’ costringendo coach Cagnardi al secondo time out. La tripla di Imbrò sulla penultima sirena fissa il punteggio sul 64-52. Nell’ultimo quarto la Vanoli resta in controllo sino al 35’ (71-56). Agrigento prova l’ultimo colpo di coda con la tripla di Chiarastella e i canestri di Ambrosin e Marfo (71-63). A mettere definitivamente in ghiaccio il risultato sono ancora i canestri di Denegri e Pacher. Chiudono i tre liberi di Lacey per il 79-63 finale. Ora la serie si trasferisce ad Agrigento dove venerdì 19 maggio alle ore 20.30 si giocherà gara 3.

I PROTAGONISTI – Cremona manda quattro uomini in doppia cifra. Lacey è il miglior realizzatore con 20 seguito da Denegri con 18 e 5 assist. Sono 13 i punti di Pacher con 5 rimbalzi e 12 con 7 rimbalzi quelli di Eboua. Agrigento ha in Ambrosin il miglior marcatore con 19 punti. Il solo Grande va con lui in doppia cifra segnandone 12. Costi ne mette 7 con 7 rimbalzi, il migliore dei suoi.

IL DATO – Cremona tira con il 79% (22/28) da due e il 30% (8/27) da tre. Agrigento tira con il 41% (15/37) da due e il 29% (9/31) da tre. Ai liberi Cremona tira con il 100% (11/11), la Moncada con il 75% (6/8). A rimbalzo finisce 38 a 33 per la Vanoli. Gli assist sono 21 per i biancoblù e 15 per Agrigento, il saldo palle perse/palle recuperate è 13/4 per Cremona e 11/6 per gli ospiti.

Foto: Vanoli Basket

Vanoli Basket Cremona

La Vanoli Basket Cremona è da più di vent’anni il principale punto di riferimento per la pallacanestro in città e provincia.

Una scalata ai vertici del movimento cestistico nazionale iniziata da Soresina nel 1996 e consolidatasi nel corso del tempo a Cremona con la promozione il 7 giugno 2009 in serie A, categoria disputata per tredici stagioni consecutive e culminata con la conquista della Coppa Italia 2019.

News Recenti

Primo evento Pink Day: un successo al centro commerciale Cremona Po
La Vanoli Basket Cremona vince il Marketing Project of the Year 2024!
Vanoli PINK DAY: il progetto Cremona Pink ti aspetta!
Vanoli Practice Day: allenati insieme a noi!
Season 24/25: Demis Cavina