Coach Cavina presenta la trasferta di domenica a Trapani

Partiamo oggi dalle belle notizie che arrivano spesso in casa Vanoli, da anni, ossia dalla convocazione di Mauro Zacchigna e Filippo Gallo con la Nazionale Under 20. Il percorso di questi ragazzi – nati cestisticamente in altre società ma che hanno fatto un percorso importante qui a Cremona, che ci stanno dando una mano nel mantenere alta l’intensità e sempre presenti quando sono chiamati a giocare minuti, certifica il buon lavoro che sta facendo la Vanoli con il settore giovanile. A loro faccio un grande in bocca al lupo, per la nazionale, ma anche per i rispettivi campionati di doppio utilizzo e con l’under 19 che si sta giocando un posto importante per il finale di stagione.

Per quanto riguarda noi, c’è un po’ di delusione per quello che è successo a Lacey: abbiamo perso di nuovo un giocatore importante, importante in termine di risultati (con lui perso solo con Torino) ed importante per quello che produce. C’è delusione soprattutto per il periodo in cui cade l’infortunio. L’augurio è di rivederlo presto in campo senza forzare i tempi di recupero.

Quanto all’avversario, Trapani è un’altra delle tante squadre che si è rinforzata sul mercato, viene da una vittoria roboante in quel di Torino. E’ una squadra che deve e può salvarsi in maniera diretta e quindi ha sicuramente fame di punti. Dal canto nostro, anche noi abbiamo ancora tutto davanti, per cui la voglia di tornare con due punti da Trapani è tanta. Dovremo imporre la nostra idea di partita, fatta di intensità, e per tutta la settimana abbiamo lavorato in questa direzione, guardando anche gli aspetti del gioco che, rispetto all’andata, ci potrebbero mettere in difficoltà. 

Ciò che più temo di Trapani è proprio il loro avere davanti l’obiettivo. È una squadra viva, che ha avuto un numero esagerato di infortunati che stanno riprendendo. Alternano difesa a zona e a uomo, con l’aggiunta di Renzi sono più pericolosi dal perimetro, quindi dovremo stare attenti e concentrati. La vittoria con Torino dimostra che, appunto, giocheremo contro una squadra viva.

Con questa formula ci sono partite che possono sembrare non valere o altre valere il doppio, ma è dall’inizio dell’anno che guardiamo più al prossimo allenamento che alla prossima partita, nel senso che viviamo, come mentalità, alla giornata. Questo ci aiuta. È inutile fare calcoli, ci sono ancora poche partite ma tante partite che possono cambiare il volto della classifica nonostante magari noi non giochiamo. Ci sono troppe varianti e variabili. Ogni settimana ci concentriamo su noi stessi e pensiamo a fare il nostro. Sappiamo che Trevor non ci sarà nel breve periodo, e lì dobbiamo focalizzarci per trovare delle alternative. Le abbiamo trovate sì e no quando è mancato; dobbiamo essere bravi a fare qualcosa in più, anche se si sentirà la sua mancanza.

E’ vero che vincendo domenica accederemmo alla seconda fase nelle prime tre posizioni, ma non andiamo a Trapani con questo obiettivo: andiamo là per fare la prestazione. Se abbiamo un buona prestazione in campo saremo sempre molto più vicini alla vittoria.

Vanoli Basket Cremona

La Vanoli Basket Cremona è da più di vent’anni il principale punto di riferimento per la pallacanestro in città e provincia.

Una scalata ai vertici del movimento cestistico nazionale iniziata da Soresina nel 1996 e consolidatasi nel corso del tempo a Cremona con la promozione il 7 giugno 2009 in serie A, categoria disputata per tredici stagioni consecutive e culminata con la conquista della Coppa Italia 2019.

News Recenti

SEASON 24/25: TAJION JONES
SEASON 24/25: FEDERICO ZAMPINI
Comunicato della società | Simone Zanotti
SEASON 24/25: LUCA CONTI
SEASON 24/25: FEDERICO POSER