La Vanoli si ferma in semifinale. Torino vince 87-92 all’overtime.

Si ferma in semifinale il cammino della Vanoli alle Postemobile Final Eight di Coppa Italia di Firenze. La spunta Torino 87-92 dopo cinque minuti supplementari che a differenza di giovedì con Avellino non premiano i biancoblu. Una partita non bella, giocata soprattutto sui nervi e cercando di mettere in campo tutte le energie rimaste dopo i quarti di finale. All’inizio dell’incontro è la Vanoli che trova con più continuità la via del canestro portandosi avanti 20-8 per poi chiudere i primi 10 minuti sul 22-12. Torino però rientra grazie alle triple di Blue e sino al ventesimo la partita va avanti in equilibrio (40-40). Nel terzo quarto è ancora la Vanoli a prendere un leggero vantaggio (61-55) ma Torino è sempre lì e, grazie alla zona e anche all’imprecisione dei biancoblu ai liberi, rientra e rischia di vincerla al termine dei quaranta regolamentari. E’ una stoppata di Drake Diener su Vander Blue che manda tutti all’extratime. Qui la Fiat ne ha di più e riesce a prendere il vantaggio decisivo grazie a Mazzola, Washington e alla tripla di Vujacic. La Vanoli, pur priva di Johnson-Odom, uscito per cinque fallli, e di Kelvin Martin, infortunatosi a metà terzo quarto, ci prova fino alla fine impattando sull’83-83 con il canestro da tre di Travis Diener e poi recuperando due palloni che potevano riaprire nuovamente la contesa. I tiri di Fontecchio e Ricci però si infrangono sui ferri del Mandela Forum.

I PROTAGONISTI – Cremona trova 16 punti da Fontecchio, 11 a testa per Drake Diener e Landon Milbourne e 14 da Johnson-Odom ma le manca nel finale l’energia dell’infortunato Martin. Torino ha la solita super prestazione di Washington che mette insieme 13 punti, 13 rimbalzi e 9 falli subiti. Garrett con 18 e Blue con 17 sono i migliori marcatori per la Fiat seguiti a ruota da Vujacic con 15.

IL DATO – I rimbalzi premiano Torino (38-52) dandole seconde opportunità e falli che la portano in lunetta. Entrambe le squadre tirano male dal campo: 52.5% contro 50.0% da due per Cremona che però trova un’insolito 22.9% da tre (8/35) con Torino ferma a 6/22. La Vanoli non riesce fino in fondo a capitalizzare le 9 palle recuperate e soprattutto paga la pessima serata dalla linea della carità (21/32, con gli 11 liberi sbagliati tutti nei tempi regolamentari, contro il 28/36 di Torino) che non le permette di fatto di chiudere la partita nei quaranta regolamentari.

IL MOMENTO CHIAVE – Dopo la parità a quota 83 siglata con la tripla di Travis Diener, il canestro di Garrett e soprattutto la tripla in punta di Vujacic scavano il solco decisivo.

Vanoli Basket Cremona

La Vanoli Basket Cremona è da più di 20 anni il principale punto di riferimento per la pallacanestro in città e provincia.
Una scalata ai vertici del movimento cestistico nazionale iniziata da Soresina nel 1996 e consolidatasi nel corso del tempo a Cremona con la promozione il 7 giugno 2009 in serie A, categoria disputata per 13 anni consecutivi e culminata con la conquista della Coppa Italia 2019.

News Recenti

Coach Cavina presenta la prima sfida della fase a orologio
Vanoli – Pistoia, le info ticketing sul match dell’8 aprile
Si rinnova l’appuntamento estivo con il Day Camp alla Canottieri Bissolati
Stilato il calendario della seconda fase, Vanoli inserita nel Girone Giallo
Grande successo per il primo Player Clinic di NBA Basketball School in collaborazione con Vanoli Basket Cremona